Facebook hype

Sembrerebbe che il mese di ottobre sia stato l’apice dell’hype nostrano (e Europeo) di Facebook.
Novembre ha confermato i fortissimi trend di crescita e al momento il network Italia conta 4.020.620 iscritti. Il 10 ottobre erano 1.298.000. Quasi 3 milioni di utenti in più in poco meno di due mesi. Non male come performance!
Per l’Italia si tratta di un numero considerevole di utenti considerato che alla data di oggi il network tedesco conta 1.096.260 iscritti, quello francese 5.277.860, e quello inglese 14.088.660 persone.
Siamo quindi in terza posizione in Europa. Queste cifre, lo so, non vogliono dire molto, ma sono già abbastanza significative. Consideriamo, inoltre, che utenti iscritti non vuol dire “utenti” attivi.
La mia sensazione, tutta personale, è che la crescita almeno in Italia stia calando e che l’hype sia in chiusura, almeno per adesso. Cosa rappresenti veramente Facebook per gli utenti di Internet è difficile da capire. La rete sociale più trendy della rete ha ben pochi competitor, ma non riesco ancora a capire se ci sarà un consolidamento o se nel breve vedremo ancora grandi numeri e una crescita, magari più lenta, ma costante.
In ogni caso il fenomeno è caratterizzato da aspetti assolutamente interessanti e tutti da analizzare, non ultimo l’elemento economico. Mi piacerebbe conoscere qual è l’applicazione che “guadagna” di più e se all’orizzonte vedremo comparire a breve giochi e applicazioni ludiche interessanti e coinvolgenti.
Per ora mi sembra che si sia in una fase tutta sperimentale, un po’ timida e priva di grandi “colpi di scena”.
Vedremo. Mi ripropongo di riguardare i dati tra un mesetto e vedere cosa è effettivamente successo.

La Campania comunica male

campania

Incredibile campagna di affissione stradale della Campania, finanziata dall’Unione Europea.
Incomprensibile, illeggibile e brutta. Ma come è possibile nel 2008 realizzare una cosa di questo genere?
Se lo guardate da lontano (ma anche da vicino) l’unica cosa che si intuisce è un “6”. E basta.
La chicca oltre che le parole minuscole intorno al “6” è il claim “Campania 2009. Arricchite il vostro bagaglio” (molto triste tra l’altro) in un fantastico grigio praticamente impercettibile.
Tutto il resto non si capisce. La cosa assurda è che questo manifesto tappezza le strade di mezza Italia.
Che tristezza. E il sito non è meglio.