Driiin driiin… Boom!

Costa 150 euro, ha la TV, la fotocamera, l’audio surraund 3D, una batteria che dura in stand by un anno, permette di usare 3 sim in contemporanea. Bello eh? E’ il nuovo cellulare cinese che si chiama Lion King 800.
Solo un problema. Scoppia.

XO di Negroponte abbandona Linux

Da Repubblica di oggi:

L’ultima notizia vede Windows Xp entrare anche nello XO, il computer ideato da Nicholas Negroponte, guru del Mit, per le scuole dei Paesi poveri. XO in un primo momento avrebbe dovuto montare solo un sistema Linux, scelta però che molti dei potenziali acquirenti non hanno gradito, a quanto comunica Negroponte. Di qui l’accordo con Microsoft. A giugno saranno distribuiti i primi XO in versione XP, che avrà un costo di licenza simbolico (3 dollari). Ci saranno ancora XO con Linux, ma, a questo punto, si teme che non saranno più tanto popolari.

La notizia lascia un po’ perplessi, ma è la dimostrazione che Windows (XP) è ormai considerato un sistema operativo “globale”. E la vendita low cost del popolare sistema operativo di casa Microsoft spiazza tutti i possibili concorrenti.

Ma il WiMax?

AT&T negli USA dichiara che la sua rete 3G arriverà nel giro di poco tempo a 20 Mb/s (beh, potrebbero chiamarla 4G allora!). L’iPhone 3G sarà il device principe di questa grande rivoluzione.
Ma cosa vuol dire? Che il Wi-Max è nato morto? Vedremo.

AT&T, la più grande compagnia telefonica degli Stati Uniti, ha da poco dichiarato l’intenzione di aumentare considerevolmente la velocità della sua rete mobile di terza generazione (3G) sul territorio statunitense. Salvo imprevisti e inconvenienti tecnici, nel corso del 2009 il gestore telefonico porterà il suo network 3G alla notevole velocità di 20 Mbs, circa il quintuplo rispetto all’attuale capacità della rete. L’indiscrezione giunge direttamente da Ralph de la Vega, primo responsabile del settore mobilità di AT&T, intervenuto alla conferenza annuale sulle comunicazioni della Morgan Stanley.

via HTML.IT

Enterprise 2.0, evento da non perdere

Il buon Emanuele sta lavorando su un evento assolutamente interessante, da non perdere e soprattutto – finalmente – gratuito (!!!). Quindi Save the Date – 25 giugno 2008, Università dell’Insumbria (International Forum on Enterprise 2.0).

Il 25 Giugno, l’Enterprise 2.0 sbarca in Italia all’International Forum on Enterprise 2.0.

Da tempo in Open Knowledge si pensava di organizzare un grande evento completamente dedicato ai temi di cui quotidianamente ci occupiamo, per aumentare la consapevolezza e la conoscenza da parte del mercato italiano sui casi di successo, i benifici, gli strumenti, le metodologie di applicazione. Perchè allora non provare a fare qualcosa che non solamente fosse interessante per l’Italia, ma che riuscisse anche a fornire un quadro internazionale ponendo le basi per relazioni tra il nostro paese, l’Europa ed il resto del mondo?

Su queste premesse ambiziose nasce l’International Forum on Enterprise 2.0, un evento completamente gratuito, realizzato in partnership con il Dicom dell’Università dell’Insubria ed aperto al management delle aziende europee. Sotto questo cappello, il 25 Giugno arriveranno in Italia alcuni dei maggiori esperti mondiali, persone di cui ho scritto spesso come Thomas Vander Wal (da cui nasce il termine “folksonomy”), Luis Suarez (evangelizzatore sul social computing di IBM), Stewart Mader (evangelizzatore sugli enterprise wiki di Atlassian) ed amici più recenti tra cui Laurence Lock Lee (guru internazionale sulla social network analysis), Alexander M Orlando (manager di InnoCentive), Ran Shribman (direttore marketing di Worklight), insieme a casi di successo italiani, approfondimenti sugli impatti di business e sull’organizzazione, riflessioni sulle modalità di introduzione, coltivazione, governance.

(Via Social Enterprise)

La TV dei Maghi

Ricevo segnalazione da Max e rilancio.

Quasi lanciata la Net TV italiana sul mondo della magia.
Walter Rolfo, autore e conduttore televisivo, in questo video riassume i 4 giorni di magia a Saint Vincent in Valle D’Aosta.
Seguiteci in particolar modo dal 15 al 18 maggio con molti appuntamenti in diretta e on demand, con 4 format realizzati praticamente in tempo reale e con la possibilità di partecipare da casa, parlando con i maghi più famosi del mondo.
Una Net TV che intende sfruttare tutti i mezzi interattivi che la tecnologia ci mette a disposizione puntando sull’informalità della comunicazione in un settore molto specifico ma diffusissimo in tutto il mondo legato alla passione per l’arte della prestigiazione.

Il link al sito web di Magic Friends Live e On Demand (ancora in costruzione)
Lo spazio su Youtube
Lo spazio su Mogulus
Lo spazio su Blip.TV
Collegatevi all’account di Twitter di Magic Friends TV per sapere in tempo reale quando andranno in onda le dirette. Presto verrà comunque comunicato un palinsesto dettagliato.

Insomma per quattro giorni Saint Vincent diventerà Hogwarts. Poi non dite che non vi avevo avvertito.

Il Web 2.0 alla Fiera del Libro

Il web 2.0 e i nuovi modelli di business ad esso correlati sono stati gli argomenti principali della conferenza di ieri nello stand “Spazio incubatore” all’interno della Fiera del libro di Torino 2008. Esponenti dell’imprenditoria e del mondo della ricerca si sono confrontati sulla relazione e la contrapposizione tra editoria e user generated contents. Esperti del settore hanno indicato le nuove strade percorribili per poter sfruttare anche economicamente questo profondo cambiamento nell’ambito della comunicazione.

(La Stampa)

Peccato. Non ho potuto, per vari problemi, partecipare a questo incontro.
Sul palco (ma anche sotto al palco) c’erano un sacco di personaggi che al solo sentir parlare di Web 2.0 (da me) qualche anno fa facevano mille smorfie e usavano frasi del genere “Ma che cazz….. è ‘sta roba? ‘Sti blog”… Il mondo è pieno di simpatici Peones.